URBISAGLIA RICORDA SESTO BRUSCANTINI

Venerdì 22 marzo alle 21.15, per il ciclo di Seminari di Cultura Musicali organizzati dall’Associazione Amici della Musica di Urbisaglia in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, il musicologo Andrea Foresi illustrerà la figura di Sesto Bruscantini, il celebre basso-baritono civitanovese scomparso nel 2003.

Sesto Bruscantini

Foresi, autore del volume Una vita per l’opera. Conversazioni con Sesto Bruscantini (Akademos & LIM, 1997), ripercorrerà le tappe della lunga carriera del cantante attraverso ricordi, fotografie e aneddoti raccolti nel corso di una lunga intervista autobiografica.

Bruscantini debuttò nel 1949 alla Scala di Milano e si affermò come basso comico di notevoli qualità vestendo i panni dei personaggi più celebri del repertorio comico sette-ottocentesco. Alcuni di questi personaggi prenderanno vita nel corso della serata di Urbisaglia con le voci di Andrea Pistolesi (baritono) e Massimiliano Fiorani (basso) che, insieme alla soprano Aliya Beisenova e accompagnati al pianoforte dal M°Guido Alici, eseguiranno arie e duetti tratti da I Puritani di Bellini, La Serva Padrona di Pergolesi, il Don Giovanni di Mozart, L’Italiana in Algeri di Rossini e Rigoletto di Verdi.

Appuntamento quindi a domani presso il Teatro Comunale di Urbisaglia. L’ingresso è gratuito.

Andrea Pistolesi
Massimiliano Fiorani
Annunci

Musica: la Voce dell’Oralità.

garbugliaDomenica 22 marzo 2015, presso la Biblioteca di Urbisaglia, si terrà il primo appuntamento dell’anno con i Seminari di Cultura Musicale, organizzati dall’Associazione Amici della Musica di Urbisaglia in collaborazione con la Biblioteca e il Comune di Urbisaglia.

Nel corso di questo primo appuntamento, previsto per le ore 17.30, il Prof. Andrea Garbuglia terrà una lezione dal titolo “Musica: la Voce dell’Oralità. Divagazioni filosofiche sul rapporto tra musica, voce e oralità.”

La musica ha sviluppato nei secoli un complesso sistema di scrittura che, per alcuni versi, è più efficace e completo di quello usato per il linguaggio verbale. Ciononostante non possiamo mai staccare la musica dall’oralità, dalla sua fruizione sonora. Se tutti abbiamo un libro sul comodino, pochi leggono le Variazioni Goldberg prima di addormentarsi, e non solo perché non tutti sappiamo leggere la musica, ma semplicemente perché la musica va ascoltata (o suonata). Questa apparente contraddizione ha delle grandi ripercussioni sull’arte dei suoni che, pur traendo vantaggio dalla sua fissazione su carta, deve sempre continuare a fare i conti con la sua vocazione orale. Da qui nascono numerose riflessioni filosofiche che riguardano sia la natura e l’origine della musica, sia il ruolo che la voce – primigenia fonte sonora dell’uomo – ha nella nostra esistenza.

Laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Macerata, dove ha anche conseguito un dottorato in Teoria dell’Informazione e della Comunicazione e dal 2008 insegna regolarmente, Andrea Garbuglia si occupa di Filosofia della Comunicazione Musicale.
Ha collaborato con varie riviste italiane e internazionali, tra cui Hortus Musicus, Musica/Realtà, Il Saggiatore Musicale, Sonus, Sémiotique, Maldoror, e ha pubblicato lavori monografici e articoli in testi collettivi.
Attualmente insegna italiano e storia nella scuola secondaria superiore.
L’intervento rielabora e approfondisce le tematiche affrontate nel saggio Music as the Seeking of a Voice: Music, Literature and Aphasia in Berio’s “Thema” and “A-Ronne” in corso di pubblicazione nel volume Deterritorializing Practices in Literary Studies, edito dalla York University di Toronto.

Prossimo appuntamento con i Seminari di Cultura Musicale domenica 29 marzo 2015 con il Prof. Matteo De Benedittis “CANTAMI O DEEJAY… Incontrare la poesia ascoltando la radio.”

CANTAMI O Deejay… il professore rap a Urbisaglia.

Domenica 29 marzo 2015, alle ore 17,30 presso il Teatro Comunale di Urbisaglia, l’Associazione “Amici della Musica” in collaborazione con la Biblioteca di Urbisaglia, hanno il piacere di ospitare il Prof. Matteo De Benedittis, che terrà una piacevole conferenza dal titolo:

CANTAMI O DEEJAY… INCONTRARE LA POESIA ASCOLTANDO LA RADIO.

matteoMatteo De Benedittis è nato e vive a Reggio Emilia, dove insegna italiano alle scuole secondarie superiori.
Autore del libro Cantami o deejay. Lezioni parecchio alternative d’Italiano (Kowalski, 2009), Matteo De Benedittis non cela le proprie ambizioni: insegnare il piacere della letteratura, far ammutolire gli studenti di fronte a un ossimoro, sbalordirli davanti a gomitoli di metafore, fulminarli con la bellezza di una sinestesia di un endecasillabo ben temperato… e questo grazie alle canzoni.
Ehi, ma cosa hanno a che fare le canzoni con l’italiano, quello che si studia a scuola? C’entrano eccome!
Da Ligabue alla sigla di Dragon Ball GT, da Jovanotti a Elio e le Storie Tese, il Prof. De Benedittis vi condurrà nel cuore vivo e pulsante della lingua italiana, fra chiasmi, novenari, rime alternate, iperboli, allitterazioni e metafore.
Ascolta Matteo De Benedittis su Radio3Rai

SPECIALE PROF! La conferenza del Prof. Matteo De Benedittis banner-meridianasarà preceduta da una visita guidata al Parco Archeologico di Urbs Salvia gratuita per tutti i docenti di Italiano e Storia che vorranno intervenire. Partenza alle ore 15.00 dall’Ufficio Turistico di Urbisaglia in Via Sacrario.